Logo del Comune di Iglesias

Comune di Iglesias

 
 

Porto Flavia

Porto Flavia, sulla costa sud-occidentale della Sardegna presso la miniera di Masua (Iglesias), è una grande opera di ingegneria mineraria collocata in un contesto paesaggistico e ambientale di straordinaria bellezza. La costruzione (unica al mondo) consiste in un porto scavato sulla roccia calcarea a picco sul mare

Il sistema – rivoluzionario – consentiva di caricare direttamente il materiale sulle navi tramite un pontile a sbalzo, superando il macchinoso sistema utilizzato fino ad allora, a mezzo battelli dette bilancelle, che trasferivano i loro carichi al porto di Carloforte, per essere poi ricaricati sui piroscafi che trasportavano i minerali agli impianti metallurgici italiani e stranieri.

Particolarmente significativa ed ecologicamente sostenibile si è rivelato lo scavo in sotterraneo dei silos di accumulo dei minerali nei quali venivano rovesciati i materiali da una galleria sovrastante proveniente dalla miniera attraverso una ferrovia di quasi 3 km, di cui circa 800 in sotterraneo. Gli stessi minerali venivano successivamente estratti attraverso tramogge ad apertura meccanizzata da una galleria sottostante nella quale un nastro trasportatore brandeggiante convogliava i minerali nelle stive delle navi.

La genialità dell’opera e la vista del panorama mozzafiato che può essere osservato dai visitatori che si affacciano dalle galleria che sbucano sulla falesia a strapiombo sul mare, conferiscono a questo sito di archeologia industriale una forte capacità attrattiva.

Rappresenta la perla del complesso arcipelago minerario Iglesiente, si tratta di un vero porto sospeso sulle acque blu di Nebida.

Rivoluzionando l’assetto che prevedeva che i minerali venissero caricati a mano sulle bilancelle, piccole imbarcazioni a vela latina che li portavano a Carloforte da dove le grandi navi, che solo lì potevano attraccare, li distribuivano in tutto il mondo, nel 1924 l’ingegner Vecelli progettò l’innovativo Porto.

Articolato su due gallerie scavate nella roccia, una per l’ingresso dei minerali e l’altra per il loro caricamento sulle navi, tramite uno scivolo, il nuovo impianto riuscì a ridurre drasticamente il tempo di carico dei minerali modificando sostanzialmente anche la microeconomia locale.

Dedicato alla figlia del progettista, appunto di nome Flavia, il porto rimase operativo sino agli anni ‘60 del ‘900.

Oggi è visitabile, consentendo il percorso su una delle due gallerie e offrendo infine la magnifica visione del mare di Nebida e del faraglione di Pan di Zucchero.

BIGLIETTI
I biglietti per la visita GUIDATA di Porto Flavia possono essere acquistati ESCLUSIVAMENTE:
- on line cliccando qui
- nella biglietteria presso l'Ufficio del Turismo di Piazza Municipio
- nella biglietteria del sito

Sul biglietto è indicato l’orario scelto. Si consiglia di presentarsi in biglietteria, con la ricevuta del biglietto cartacea o digitale, con 15 minuti di anticipo.  Il ritardo comporta la mancata visita e non dà diritto al rimborso.
La visita guidata dura circa 1 ora e si svolge in piano, su sterrato abbastanza regolare. Per questo motivo con le dovute valutazioni riferibili ai singoli casi, il sito è accessibile, con la presenza di un accompagnatore, a chi ha problemi di disabilità motoria.
Indossare abbigliamento consono alla visita di un sito museale. Evitare di presentarsi in costume da bagno e con abbigliamento succinto.
Indossare scarpe chiuse (evitare infradito, ciabatte e zoccoli).

Prezzi
Intero: 10.00 euro
Ridotto (ragazzi dai 6/12 anni e senior +65): 6.50 euro (momentaneamente non acquistabile online)
Gruppi (almeno 20 adulti paganti): 8.00 euro
Scuole: 6.50 euro (non acquistabile online)

Il numero dei visitatori è contingentato per motivi di sicurezza. Si consiglia vivamente di acquistare il biglietto prima della visita.
Per gruppi superiori alle 25 pax rivolgersi all'Ufficio del Turismo.

Per informazioni:
Ufficio del Turismo
Piazza Municipio, 1 - 09016 Iglesias - CA
Tel. 0781.274507 - Mail: infoturistiche@comune.iglesias.ca.it

Orari di apertura: dal martedì al sabato dalle 10 alle 12 e dalle 15.30 alle 18.30
Non si accettano PRENOTAZIONE TELEFONICHE O VIA MAIL.